Impianti Antincendio a Gas - S.A.E. snc di Sabia Vincenzo & C.

Vai ai contenuti
Impianti a Gas
Gas inerti
ARGON (IG01)  ARGON-AZOTO (IG55)  AZOTO (IG100)
I gas inerti AZOTO IG 100, ARGON IG 01,  MISCELA Ig55  (50% Argon e 50% Azoto), sono agenti estinguenti che si caratterizzano positivamente per i seguenti aspetti:
  - Agiscono per soffocamento dell'incendio senza pericoli per le persone; infatti portando la concentrazione di ossigeno in ambiente tra il 14% ed il 12%, si riesce ad estinguere l'incendio mantenendo un'atmosfera respirabile, garantendo la permanenza di occupati all'interno del rischio da proteggere anche durante e dopo la scarica senza incorrere in effetti fisiologici indesiderati.
  - Sono elettricamente non conduttori.
  - Questi sistemi operanti attualmente a 200bar, usano dei dispositivi per la riduzione della pressione (restrictor), usualmente istallati a valle del collettore di scarica portano la pressione a 60bar, consentendo di fatto l'impiego di piping di impianti a gas preesistenti. Questa caratteristica ne favorisce l'applicazione in sostituzione dell'Halon 1301 e riduce i costi di nuove istallazioni.
Applicazioni
Il loro campo d'impiego risulta molto vasto e comprende:
Lavorazioni con prodotti infiammabili; Apparecchiature elettriche; Centri elettronici di elaborazione dati e relativi depositi di dischi e nastri magnetici; Locali generatori elettrici; Locali compressori; Sale macchine; Centrali telefoniche; Sale controllo di impianti industriali; Archivi e depositi in genere.
Gas Halocarbons
HFC 125 (NAF125)  HFC 227 (FM200)  HFC 23 (FE3)  HCFC blend A (NAF SIII)
HFC 125 (NAF125)
Il NAS S 125 è identificato dagli standard internazionali come HFC ed è un agente pulito adatto per applicazioni a saturazione totale. L'impiego degli agenti estinguenti NAF può essere vantaggioso in una delle seguenti circostanze:
  - Quando il tempo di scarica di 10 secondi sia essenziale;
  - Qualora sia indispensabile un agente estinguente che non lasci residui;
  - Quando sia necessario un estinguente inerte e non elettroconduttivo;
  - Quando esiste il pericolo non poter garantire la sicurezza al personale.
HFC 227 (FM200) e HFC 23 (FE23)
Sono sostanze che, a differenza del NAF, non contengono clorofluorocarburi e per questo hanno un potenziale di riduzione dell'ozono pari a zero, mentre il GWP, anche se estremamente basso, non può essere considerato zero. Entrambi gli agenti sono pressochè atossici, tuttavia in caso di utilizzo è necessario aerare i locali prima di rientrarvi.
HCFC blend A (NAF SIII)
E' un agente composto da una miscela di idrocarburi alogenati (HCFC), a differenza dell'Halon 1301 (non più utilizzato) non contiene il bromo che è principale responsabile dell'assottigliamento dello strato di ozono. Il grado di tossicità è sufficientemente basso da consentire l'utilizzo in aree occupate senza rischio alcuno per i presenti. Il NAF consente di mantenere buona parte dell'impianto esistente, limitando gli interventi alla sostituzione degli ugelli e delle guarnizioni delle bombole.
Biossido di Carbonio (CO2)
L'anidride carbonica è uno dei più versatili ed efficaci agenti estinguenti; essa agisce, sia diminuendo la percentuale d'ossigeno fino al limite minimo oltre il quale non è possibile alcuna combustione, sia per raffreddamento. Considerato il processo inibitore della combustione, dell'anidride carbonica, ne è consigliato l'utilizzo come agente estinguente in impianti destinati a locali o aree non presidiate. Comunque è possibile il suo utilizzo in aree presidiate, temporaneamente e7o saltuariamente, a condizione che vengano adottate opportune misure di sicurezza quali ad esempio avvisatori acustici sia idraulici che elettrici, ritardi dell scarica, segnalatori luminosi, ecc.  E' utilizzabile su apparecchi elettrici in tensione. Viene utilizzato per estinguere incendi di liquidi infiammabili, ed benzina, olii, vernici, alcool, ecc.
SAE impianto antincendio a gas
Torna ai contenuti